12 gennaio 2010

Felicità in 10 mosse (non in pillole)


Felicità in dieci mosse. Un decalogo per vivere meglio. Curare una pianta, sorridere, almeno una volta al giorno. Bastano pochi e semplici gesti da ripetere quotidianamente per aumentare il proprio livello di felicità.
Dieci per l'esattezza, come spiega un gruppo di ricercatori inglesi a conclusione di uno studio, durato tre mesi, che ha elaborato un vero e proprio "decalogo" per essere felici. Una ricetta alla portata di tutti che garantisce risultati più che soddisfacenti a costo zero. Gli "esperti di felicità", uno psicologo, uno psicoterapeuta, due studiose dei luoghi di lavoro, un imprenditore specializzato in iniziative sociali ed un esperto di economia e filosofia, hanno testato il loro "decalogo" su 50 volontari allo scopo di "piantare i semi della felicità".
Le 50 "cavie" dovrebbero trasmettere poi ad altri gli insegnamenti ricevuti, in una sorta di effetto domino che dovrebbe portare il sorriso sulla bocca di tutto Slough, un villaggio, alle porte di Londra, decisamente non rinomato per le sue bellezze architettoniche o naturali, ma più per i tanti capannoni, magazzini ed industrie che vi sono sorti negli ultimi anni per via della vicinanza alla capitale e all'autostrada. Dall'esperimento è emerso che solitudine, pigrizia ed egoismo sono alcuni del mali diffusi nella nostra società che impediscono alla gente di essere felice.

Ecco invece i dieci consigli per sconfiggere la propensione all'infelicità.
1) Dimezzare il tempo che si trascorre di fronte alla televisione
2) Trovare almeno un'ora di tempo alla settimana per parlare con qualcuno a cui si vuole bene
3) Fare qualcosa di buono per qualcuno tutti i giorni
4) Piantare e prendersi cura di una pianta per rilassarsi e sentirsi utili e necessari
5) Sorridere, almeno una volta al giorno, ad un perfetto sconosciuto
6) Farsi una bella risata di tanto in tanto durante la giornata
7) Concedere, ogni giorno a se stessi, un piccolo regalo, per esempio un cioccolatino o un lungo e rilassante bagno alla fine di una dura giornata
8) Mai dimenticare che fare esercizio fisico è importante ed allo sport di dovrebbe dedicare almeno mezz'ora tre volte alla settimana.
9) Non perdere di vista i vecchi amici è un'altra cosa utile: bene ricordarsi dunque di telefonare a persone che non si vedono da un po' e cercare di incontrarsi.

Regole supplementari:
Secondo gli esperti infine, ad impedire a molta gente di essere felice sarebbe il fatto di non sapere apprezzare ciò che si ha.
Alla fine di ogni giorno sarebbe dunque utile pensare ad almeno cinque cose che si è fortunati ad avere e che ci rendono felici.
L'esperimento, che ricorda vagamente il finto mondo perfetto in cui Jim Carrey viveva nel film "The Truman Show", verrà trasmesso dalla BBC in un documentario da quattro puntate. In esso gli esperti vengono filmati mentre cercano di convincere un pubblico molto scettico della validità delle loro teorie in modi decisamente poco convenzionali: danzando in una corsia del supermercato o fermandosi in un parco ad abbracciare un albero.

La tesi dei sei studiosi è avvalorata poi da un'altra importante ricerca condotta poco tempo fa sempre in Gran Bretagna, che ha dimostrato come le persone felici abbiano più bassi livelli dell'ormone dello stress, il cortisolo. Inoltre e persone più felici, sottoposte a stress, presentano aumenti più ridotti del fibrinogeno plasmatico, un segnale di rischio cardiovascolare, ed hanno una frequenza cardiaca più bassa. Uno stato affettivo soddisfacente è associato ad un buon funzionamento dei diversi sistemi biologici, con conseguente riduzione del rischio di sviluppare malattie. Varrebbe davvero la pena di essere felici, o almeno di provarci.

Nessun commento:

Posta un commento