5 settembre 2010

Maree di vita

La percezione emotiva e sensoriale delle donne aumenta nei giorni precendenti al ciclo mestruale.
Non è solo pianto facile, irritabilità rompicoglioni per l'uomo che le sta accanto. Non solo, ben altro.
Sappiamo leggere cosa ci dice il corpo, che è Anima e Mondo.
Il corpo si tende, le meccaniche della chimica di raffinano, il corpo intero si muove negli ingranaggi necessari alla procreazione. La magia della vita di mescola nuovamente, come in una pozione alchemica e la mente del sublime si fonde con il sangue. Non abbiate paura.
Ogni senso è teso, la percezione della vita è allo spasmo. le lacrime fuoriescono dagli occhi per sollecitazioni minori, come fiumi che esondano per piogge sottili. I certi momenti le piogge sono emozioni, vissuti, paure, intenzione e forti intuizioni.
Fortunato è l'uomo che le legge, quelle percezioni liquide, e ama la Vita attraverso la Donna. Che c'era, che l'ha generato, che genererà per lui e con lui, e continuerà a esistere per assicurare la Vita. E che ogni mese, con maree e lune, danzerà nei cicli sensibili dell'esistenza di Tutto.

3 commenti:

  1. Bella riflessione...devo ammettere che non avevo mai valutato il ciclo mestruale sotto questo punto di vista...sarà perchè per me è solo una serie infinita di disturbi psico-fisici? Bah...

    RispondiElimina
  2. mi fa piacere anche solo una riflessione in più. Credo sia una gran cosa la consapevolezza profonda dell'essere femmina. Ci sono arrivata negli anni! E ora me la gusto:)

    RispondiElimina
  3. Eh beh...ci credo!Emancipazione femminile rulez! Ho letto un pò il truo blog...mi piace tanto come scrivi, e credimi...io sono una molto difficile in fatto di gusti! Complimenti...spero che ci risentiremo presto! :)

    RispondiElimina