28 ottobre 2011

amore & cioccolato


E sto abbracciato a te
senza chiederti nulla, per timore
che non sia vero
che tu vivi e mi ami.
E sto abbracciato a te
senza guardare e senza toccarti.
Non debba mai scoprire
con domande, con carezze,
quella solitudine immensa
d’amarti solo io.


~ Pedro Salinas ~


Spesso di amare si ha paura, come fosse un'arma nelle mani di altri. Altre volte di amare si ha pudore, come fosse un denudarsi in una piazza. Spesso amare fa male, anche se si è corrisposti. La felicità dell'amare non dura,  sono più costanti l'insicurezza e il dubbio. Inoltre parlare d'amore è banale.

Meglio è voler bene, morbido e rassicurante, meno violento se non corrisposto, più duraturo e solidale. Non è sciapo il voler bene, è come un onesto biscotto casalingo rispetto ad un cioccolatino. Ti accompagna a colazione, o in tasca, o nel the del pomeriggio. Acquieta la fame improvvisa, ristora i languori, si mastica più a lungo e soddisfa il palato.
Un cioccolatino invece, prezioso e raffinato che sia, è un piacere acuto. Un godimento sinuoso ma rapido da far socchiudere gli occhi, uno sciogliersi nelle papille fino a far salire la glicemia. Un cioccolatino ( come l'amore) è la tentazione, se lo si ruba per mangiarlo di nascosto poi, è ancora più rapido, nel disciogliersi in noi.  Alcune volte è forte, potente, intenso. Troppo amaro.
Certe volte ha il sapore profumato delle persone sbagliate. 
Che poi sbagliate non sono, se hanno il sapore dell'amore.  


.

3 commenti:

  1. Nessuno ci crede, io non ci credo, non credo che la vita possa renderci così aridi e cinici, ma credo che lo si voglia far credere, agli altri ed a se stessi.
    Per sopravvivere.
    M.

    RispondiElimina
  2. Per sopravvivere? mamma mia... altro che cinici.... cagasotto!!! che non hanno il coraggio di amare ;)
    S.

    RispondiElimina
  3. ....Amore che a volte ci serve soltanto per parlare d'amore.

    RispondiElimina