8 luglio 2008

Amarti o non amarti?

Da qualche giorno sto cambiando idea sull'amore. Mi sa che non voglio essere amata. Se lo sono troppo mi sento troppo idealizzata e perdo interesse. Se lo sono troppo poco, soffro. E poi l'amore è un fuoco che passa, e dopo sono tutti delusi, perchè ognuno in cuor suo spera che duri.
Invece promuovo il bene. Voler bene è meglio. Lo penso da poco. Ma ne percepivo il cambiamento da parecchio. Ora ci sono. Desidero avere vicino un uomo che mi vuole bene. CHE MI VUOLE BENE. Che vuole il mio bene, che è altruista come un amico, che è rilassato come chi non è terrorizzato di perdere e che è sereno come chi non vorrebbe scappare da nessuna parte e al contempo non si strizza le viscere inzuppandole nella gelosia. Gli vorrò bene. Già sorrido al pensarlo. Si, volersi bene, famigliarmente, profondamente. Quel sentimento che ti fa superare le difficoltà, che ti fa ridere dei difetti o semplicemente girarti nel letto e dormire bene lo stesso. Il bene non passa, se non lo deludi. Il bene è una corda grossa che ti salva la vita. Il bene non stressa, ti aiuta, ti dona pace.

1 commento:

  1. vogliamoci bene!
    sottoscrivo al 100%...
    vai sul mio blog...ti dedico una poesia :-)

    http://cammini-imperfetti.blogspot.com/

    RispondiElimina