1 febbraio 2010

Fotografia e meditazione di Diego Mormorio



La fotografia vista come un'estensione e una sublimazione della vista. Gli occhi, l'occhio (del resto è con un occhio solo che si guarda dietro la macchina) è l'origine della conoscenza sia per la tradizione orientale che quella occidentale. Dall'occhio parte il desiderio di conoscenza. La fotografia è l'essenza dell'azione de vedere. E' saper vedere e osservare. E', nel migliore dei momenti, trascendere dalla vista e unire i sensi interiori in quell'unico istante preciso e identico solo a se stesso in cui, trattenendo il fiato, si fa, velocemente o lentamente... clic.

Diego Mormorio scrive questo libro per riflettere sulla relazione tra il fotografare e il meditare. Per riuscire ad andare oltre all'obiettivo e partire ben da più dentro, unendo l'intenzione e la realtà attraverso un susseguirsi di concentrazione e lenti.

Scrive Diego Mormorio "...l'obiettivo di chi pratica la fotografia come meditazione è assai più impegnativo del conseguimento di un risultato esclusivamente estetico. È quello di imparare a guardare e di trovare nell'osservazione la più grande scuola di vita, il nostro principale maestro"


Nessun commento:

Posta un commento