28 aprile 2011

Precipizio

Come in un film da ridere
mi stai facendo la fotografia
e mi dici di fare un passo indietro
ancora uno ancora uno uno
mentre mi spingi verso il precipizio
ti sorrido fiduciosamente
(forse hai agito innocentemente).



(vivian lamarque)










Sull'orlo, senza crepaccio nè burrone, ma una strada, una città, una storia infinita si. Sbilanciata, il lupo e lo stupido agnello.
Io quadrupede dissanguato, nel cielo potessi dissolvermi in microparticelle d'acqua, che piovano sull'erba e si uniscano alla terra.
Domani suona la sveglia invece, ed è solo un altro giorno.






.

3 commenti: