20 luglio 2011

Amanti o amanti?















Forse ha ragione a pensare cinicamente chi dice che sia meglio essere amanti ( in alternativa a fidanzati/sposati ecc) senza complicazioni di aspettative e impegni. Con inevitabili delusioni e pressioni.
Forse. Di solito sono uomini.

Il desiderio costante è poi assicurato dal rischio di non ottenere soddisfazione certa.
L'amante è, per definizione, non certo.

Ma non è non avere la fede al dito che definisce essere amanti o no.
Il desiderio costante e impetuoso uno dell'altro, le gelosie, le mani addosso in ascensore, le corse su per le scale per raggiungere una porta da chiudersi dietro in due, quindi, dovrebbero far capire se si è amanti.

Si può essere amanti e avere una relazione stabile. E con la medesima persona.
Giuro che è possibile. Raro, ma possibile.

Ma
chi ha la fortuna di avere una relazione costante (istituzionalizzata, famigliarizzata, affettivizzata, prolificata ecc) e, in più, ha anche con l'altra parte della coppia un desiderio impetuoso e appassionatissimo, sperimentale e ludico...  dovrebbe toccare il cielo con un dito.
Invece cerca spesso qualcosa che non ha.
Che non ha più.
Che non ha ancora.

Allora, se è così, non promettetemi niente, non parlatemi d'amore. Io intanto preferisco alzarmi nel cuore della notte, cercare i vestiti e tornarmene a casa.



.

4 commenti:

  1. ..ma se scrivo su questo blog sento l'eco!???!??

    Ieri ho visto AMA MANGIA PREGA ed assomigliava molto a questo post.
    Tuttavia la vita, alle volte, scirve un racconto diverso e noi dobbiamo farcelo piacere...

    RispondiElimina
  2. Ma no che non c'è l'eco, mio caro Anonimo. Ma, come dici tu, ogni tanto la vita ci scrive un racconto che prende una piega improvvisa. La seguiamo, cerchiamo di indirizzarla, e se proprio non possiamo fare altro, seguiamo la corrente ce la facciamo piacere. Ma questo, porta via tanta energia e tempo. Così certe volte sono impegnata a vivere, prima di raccontare.

    RispondiElimina
  3. ps. AMA MANGIA PREGA film, non l'ho visto. AMA MANGIA PREGA libro l'ho iniziato e gentilmente abbandonato.
    Non so quindi se il tuo era una critica o un complimento.

    RispondiElimina
  4. Copli, as always.

    RispondiElimina