2 marzo 2012

il mercato d'amore



Un uomo che non sa amare se stesso, non può amare nessun altro.
Tutti cercano di amare qualcun altro- e nessuno ha qualcosa da dare. Perché gli amanti continuano a bisticciare, a punzecchiarsi a vicenda? La ragione è semplice, non ricevono dall'altro ciò che si aspettavano. Entrambi sono dei mendicanti, entrambi sono vuoti. Solo un bambino cui verrà concesso di crescere nell'amore per se stesso, crescerà cosi colmo d'amore che per lui sarà una necessità condividerlo.Osho



Dice bene osho.

Mendicanti. Mercanti di merce amorosa.
E le relazioni, un baratto. Destinato all'inflazione galoppante.

Una carezza che valeva mille, dopo un po di tempo dimezza il suo valore.
Una telefonata per dire ti voglio bene valeva 10, passa il tempo e quasi non ha più mercato.
I sorrisi poi, sono i primi ad andare in saldo.
Si vuol sgomberare il magazzino, fare entrare merce nuova. Più attuale, che venda di più.

Privilegiati quindi coloro che non dipendono dai prezzi di mercato, né dall'acquisto di merce da rivendere.
Privilegiati coloro che la merce se la costruiscono da soli, dentro se stessi, con pazienza ed esperienza, accettazione e amore  se stessi, che hanno meno fretta di vendere e realizzare guadagno (approvazione e affetto), che stanno bene anche così. Accarezzando un animale e guardando con gratitudine il cielo.


.

Nessun commento:

Posta un commento