8 marzo 2011

gioia




















Vai vai
tanto non è l'amore che va via

Vai vai
l'amore resta sveglio
anche se è tardi e piove
ma vai tu vai
rimangono candele e vino e lampi
sulla strada per Destino (...)


Sono piccole gocce di emozioni le ricompense alle nostre ricerche e smarrimenti. Stasera sono felice, non durerà? non durerà. 
Ma so che esiste, so che all'improvviso tutti gli uccelli che si muovevano in stormi di presagi in me, trovano un cielo.
So che mentre cammino con i jeans rotti e le scarpe da ginnastica, pensando ai movimenti della vita, quel suo sorriso mi viene incontro e tutto è semplice. Gioia.
Non c'è domani in questo momento. C'è spazio solo per respiro. E gioia condivisa. Che è quella vera.

Vai vai
conosco queste sere senza te
lo so, lo sai
il silenzio fa il rumore
de tuoi passi andati
ma vai, tu vai
conosco le mie lettere d'amore
e il gusto amaro del mattino

Ma
non è l'amore che va via
il tempo sì
ci ruba e poi ci asciuga il cuor
sorridimi ancor
non ho più niente da aspettar
soltanto il petto da uccello di te...
soltanto un sonno di quiete domani...

lo so lo sai
immaginare come un cieco
e poi inciampare
in due parole
a che serve poi parlare
per spiegare e intanto, intanto noi
corriamo sopra un filo, una stagione,
un'inquietudine sottile.

Ma,
non è l'amore che va via
il tempo sì,
ci ruba e poi ci asciuga il cuor
sorridimi ancor
non ho più niente da aspettar
soltanto il petto da uccello di te...
soltanto un sonno di quiete domani...

(Vinicio Capossela dall'album "Camera a sud")


Il quadro è di Stephen Mackey, artista eclettico inglese. Il suo bel sito è qui.

Nessun commento:

Posta un commento