16 gennaio 2012

mano mia





Mano mia, trattieni 
la mia mano. Impediscile
di graffiarsi le ore sul viso e di contare 
le pieghe della gonna. 
Non farla stringere, scavare la terra, esplorare la carne. Lei non sa 
di non essere, 
lei crede di essere 
la mano di lui, 
che mi cerca, mi trova e 
mi tiene.






.

Nessun commento:

Posta un commento