15 gennaio 2012

senza regole e forma è l'amore, e lasciarlo

Lasciare andare chi si ama
se si è amati
è un buco nella testa
perenne
fuoriuscita di calore centrata nella ragione
provateci, è un'eutanasia, un sacrificio disumano, 
un atto d'eroismo senza ricompensa.

L’amore è cosa rara
e senza tempo
e nel tempo ci danniamo a incastrarlo
come se fluttuando senza giorni non avesse forma

ma l’amore non ha contorni
luoghi, matrimoni, sotterfugi
è, se c’è. 
nell’incrocio di due rette oblique,
le nostre vite sottili
il contatto è un punto e una nascita.
lì, non c’è tempo nè misura
orgoglio o convenienza
c’è un punto, una partenza
un limite, un pozzo, un’esplosione, l’avvenimento, una storia, un traguardo, 

si nasce e si muore, in quel piccolo punto
come l’universo è stato, come il granello di sabbia
che si scioglie nel fuoco
lì si è, e non si è mai stati prima,
si respira e ci cessa di respirare.
Non c'è arte e neanche un libro
ne' metrica, come qui, o grandezza o piccolezza, 
nessuna rima e neppure una regola.
Lì c’è un dio per ogni credo, c’è forma per ogni senso
c’è pelle per ogni colore e fusione di tutte le sostanze.
Non c’è fine o tradimento, perchè non c’è tempo e promessa.
C’è una lieve profondissima onda 
calda che fa socchiudere gli occhi di purezza
c’è tutto, che 
senza quello, non c’è più niente.





 [per te]

.

Nessun commento:

Posta un commento