8 febbraio 2011

tralicci

Sono tralicci di fame notturna
le mani nodose nella pancia
che si intrecciano e si arrotano come vecchi 
senza morte
così i mancamenti della tua presenza
s'appigliano alla mia gola. 

Dormimi accanto, senza sapere dove, 
         sarò solo io a esserci, tu
rimani nell’altrove, ma a me,
 permetti ancora 
di respirare miele.

1 commento:

  1. Carosella, ma quanto complicata e tenera sei??? L.

    RispondiElimina