4 giugno 2011

diario nuvoloso

"Una nuvola bianca non ha una strada propria, non resiste, non lotta, si lascia trasportare dal vento. Non va da nessuna parte, non ha destinazione, non ha un fine. Non riuscirai mai a deludere una nuvola bianca, perché dovunque essa arrivi quella è la meta". (Osho)Tratto da qui

Tom Jensen







Stamattina, rifiutando le inquietudini della notte, sono corsa ai ripari e ho fatto questi esercizio: lasciar correre, alleggerire, scivolare, perdonarsi, amarsi. Succede spesso e improvvisamente, per debolezza, che perda la direzione... Ma la differenza da un tempo, in cui sbandare era non avere muretti, ne' sapere se e dove fossero, è che ora la conosco e, con impegno, so ritrovarla.




.

Nessun commento:

Posta un commento