7 novembre 2008

Consiglio dall'alto

"Ogni volta che m'accorgo di atteggiare le labbra al torvo", dice Ismaele in Moby Dick, "ogni volta che nell'anima mi scende come un novembre umido e piovigginoso, ogni volta che mi accorgo di fermarmi involontariamente dinanzi alle agenzie di pompe funebri, è tempo di mettermi in mare al più presto". Usa questa citazione come un calcio nel sedere metaforico, Sagittario. Non sprofondare nell'abisso emotivo descritto da Ismaele. Riparati prima di romperti! E vai per mare appena puoi, scacciando la depressione. Se non abiti vicino all'oceano, trova la cosa che gli somiglia di più. Passeggia sulle rive di un fiume o di un lago. Immergiti a lungo in vasche, saune e piscine riscaldate. Piangi, suda e abbandonati a copiosi orgasmi. Ascolta musica che ti fa sentire come se galleggiassi sull'acqua.

Nessun commento:

Posta un commento