17 novembre 2008

e dopo una violenta pioggia, che sbatte e bagna la faccia contratta, le nubi tonanti ancora vibrano, ma schiarite si aprono e sotto alle porte sbattute, un lieve suono si amplia, riempiendo il cielo

sono i sogni, che tornano a mostrarmi l'orizzonte, stringo gli occhi,
era un anno che non li vedevo

me li stai portando tu?

Nessun commento:

Posta un commento