25 gennaio 2011

Che amarezza, la durezza.

Un volta un uomo quasi in lacrime mi disse che gli era stato portato via il presente e il futuro. Deve essere terribile, gli risposi io, stringendolo al mio petto.
Si, continuò, mi rimane solo il passato, per dare realtà a ciò che ho vissuto. 
Almeno questo, risposi io.


Oggi mi guardo tra le mani e non trovo presente, futuro, e del passato intravedo un ologramma interpretato. 
E' il nostro amore che misura l'amore dell'altro. 
Dall'altra parte non è detto che ci sia altro che sperimentazione.

Nessun commento:

Posta un commento