27 gennaio 2011

Solo chi manca può riempire il vuoto che ha lasciato.

Ho tre anni e trentotto. Seduto sul tappeto, gioco con le formine, cerco di fare entrare il cubo dove andrebbe il tondo. E' difficile coincidere con lo spazio nel quale proviamo a inserirci: solo chi manca può riempire il vuoto che ha lasciato.





Non sono una letterata nè un'esperta, una lettrice, si. Le frasi che mi colpiscono di più sono quelle che avrei voluto scrivere io, che mi fanno pensare. E dopo un pò, forse si fanno contraddire. Altre volte lasciano aperta la risposta, come una finestra. Solo chi manca può riempire il vuoto che ha lasciato. Si, ma certe volte quel vuoto si richiude da se, come una violenta ferita slabbrata, infettata, lentamente guarita, che sopporta solo unguenti dolci e carezze, non ulteriori inserimenti.


E' la pagina 55 del libro "Tutto torna" ( Feltrinelli) di Giulia Carcasi . Una giovane giornalista che scrive di una storia d'amore in modo semplice e apparentemente banale. Come quasi tutte le storie vere.

2 commenti:

  1. hey Ale! Questo libro l'hai finito?? O hai lasciato perdere alle ultime pagine?? =)



    Eleonora

    RispondiElimina
  2. ci sono quasi... l'ho temporaneamente parcheggiato, ma solo qualche giorno, giuro che lo finisco ;)

    RispondiElimina