10 gennaio 2011

Sardoc e brovada (si, è Italia!)

Devo confessare due cose. Non avevo mai cenato da Sardoc a Slivia, e non avevo mai assaggiato la "brovada" (cosa, questa, ce ha fatto ridere i miei commensali).
Dunque, località Slivia (Duino), Trieste. Trattoria Sardoc, più di cinquant'anni di gestione familiare senza brutte sorprese. Il dialogo con la signora di casa è un divertente misto italiano/sloveno, ma ci si capisce bene (ho imparato "kruh"= pane). L'elenco dei piatti era a voce è abbastanza ristretto, ma a prova di test. Nei miei assaggini di primi, crespelle ripiene alle erbe, gnocchetti (quelli lisci e piccoletti) al sugo d'arrosto, e rotolo di spinaci. Uno più buono dell'altro. Carni, di secondo. Dalla“Lubianska”(mitica cotoletta ripiena di formaggio e prosciutto, una specie di cordon bleau ruspante e raddoppiato) allo stinco di maiale al forno, dal filetto (enorme) al pollo fritto.
E le verdure, tra cui... brovada! (traduzione per i non locali: dicasi brovada fettuccine di rapa fatte macerare nella vinaccia di vino; è un prodotto tipico friulano che viene generalmente consumato in autunno ed in inverno come contorno per carni di maiale, sia bollite che arrostite) / ps. a me sembravano simili ai crauti, di sapore.
Tutto molto buono, dolci casalinghi,  tra cui uno "strudel cotto" (altro dolce tipico del territorio, uno strudel di mele, ma cotto "in straza", come ha spiegato la signora / cioè avvolto in uno straccio e lessato) e una gigantesca fettona di rotolo di panna e nutella.
Vino sfuso molto gradevole e leggero ( non come i  soliti vini carsolini taglienti), servizio rapido, senza fronzoli e senza nient'altro che una calorosa accoglienza. Prezzi contenuti.
Da tornarci, magari d'estate: i tavoli sotto alla pergola con profumo di griglia devono essere un paradiso al fresco.

Trattoria Sardoc, Localita' Slivia, 5 34013 DUINO(TS)  (tel.  040 200225 / 040 200146)

3 commenti: