3 settembre 2008

il cuore delle donne (il pensiero di un amico che mi conosce bene)

alla mia amica "che tipa assurda che sono":
ti contorci tra tre atti sperando di vivere in un atto unico.
gli aggiustamenti registici non ti proteggono dai gorgoglii dello stomaco
che diventano tenaglie che stringono e rapiscono.
tra azzurro ghiaccio e nebbie d'africa
porti a sintesi, in conati di lacrime,
felicità sbandate in uno slancio per sempre

sogni o sogniferi?
trova il senso
ma non di colpa
prendi la vita
fanne briciole
traccia un percorso
via

Nessun commento:

Posta un commento